|
|
|
|
|
|
utenti online: [27]
|
lunedì 22 luglio 2019
CHE COS'È L'OSP
per Comune
per Istituzione Statale
per Istituzione non Statale
per Ordine e Grado
Scuole Serali
Scuole Carcerarie
Centro Provinciale Istruzione degli Adulti
Orientamento
Qualifiche triennali IeFP
La scuola in cifre
Edifici Scolastici
Diritto - Dovere
Formaz. Ref. Scolastico
Istituti Tecnici Superiori - ITS
PUBBLICAZIONI
RASSEGNA STAMPA
PROGR. RETE SCOLASTICA
INFORMAGIOVANI
SERVIZI PER LA MOBILITÀ
CENTRO PER L`IMPIEGO
MATERIALE DIDATTICO
LINK
RICERCA GEOGRAFICA DELLE SCUOLE NELLA PROVINCIA DI PISA
clicca sulla mappa per visualizzare il dettaglio
Sei in: home   archivio primo piano   articolo in primo piano
15/03/2010 OBAMA: MENO STANDARD, PIÙ FLESSIBILITÀ

Sabato scorso il presidente Obama ha annunciato (su You Tube) che la celebre legge No Child Left Behind, introdotta dal suo predecessore Bush nel 2001 - ma approvata con voto bipartisan - sarà presto superata. Martedì approderà al Congresso la proposta di Obama, meno centrata su standard e valutazione standardizzata dei risultati, e più attenta al lavoro delle scuole e degli insegnanti.

Il governo federale ha un ruolo nell`incoraggiare riforme e alti standard, ma la spinta per il cambiamento deve venire dagli stati, dalle scuole, dai distretti scolastici", ha detto Obama. Perciò vogliamo che gli educatori abbiano la flessibilità per farli applicare.

Il piano Obama, anziché imporre alle scuole di raggiungere ogni anno certi risultati-tipo, offre incentivi alle scuole perché migliorino la qualità dell`insegnamento. L`obiettivo resta quello di preparare i ragazzi americani - tutti, senza eccezioni di sorta - al college e a un lavoro.

L`iniziativa di Obama interviene in un momento in cui negli Stati Uniti il dibattito sull`istruzione è tornato di grande attualità. La destra americana, negli Stati in cui è in maggioranza, cerca di imporre la visione del mondo dei conservatori e della destra cristiana attraverso la definizione di nuovi standard per i libri di testo.

E` successo recentemente nel Texas, il cui Board of Education ha sistematicamente bocciato le proposte di riservare maggiore attenzione, nei sussidiari, alla cultura e alle personalità latine. I nuovi piani di studio saranno sottoposti al dibattito pubblico per 30 giorni, e un nuovo voto è previsto a maggio, ma è improbabile che il Board cambi opinione.

Tra i concetti introdotti nei curriculum, uno mette in dubbio la separazione costituzionale tra Stato e Chiesa. Al posto della parola capitalismo si indica l`espressione libera iniziativa. Si chiede inoltre agli insegnanti di storia di approfondire la rinascita del movimento conservatore degli anni Ottanta e Novanta, con organizzazioni come la National Rifle Association, la Heritage Foundation e la Moral Majority, tutte legate alla parte più conservatrice del partito repubblicano.

Fonte: Tuttoscuola.com
Allegato 1:
Allegato 2:
Allegato 3:
 
 
Sito ottimizzato con risoluzione 1024 x 768 pixel - Internet Explorer 5.5™ o superiore.
OSP - Osservatorio Scolastico Provinciale di Pisa - c/o Complesso scolastico Concetto Marchesi, via Betti - cap 56124 PISA
Tel: 050.929963-929966-929964-929967 Fax: 050.929955
  top