|
|
|
|
|
|
utenti online: [59]
|
martedì 16 luglio 2019
CHE COS'È L'OSP
per Comune
per Istituzione Statale
per Istituzione non Statale
per Ordine e Grado
Scuole Serali
Scuole Carcerarie
Centro Provinciale Istruzione degli Adulti
Orientamento
Qualifiche triennali IeFP
La scuola in cifre
Edifici Scolastici
Diritto - Dovere
Formaz. Ref. Scolastico
Istituti Tecnici Superiori - ITS
PUBBLICAZIONI
RASSEGNA STAMPA
PROGR. RETE SCOLASTICA
INFORMAGIOVANI
SERVIZI PER LA MOBILITÀ
CENTRO PER L`IMPIEGO
MATERIALE DIDATTICO
LINK
RICERCA GEOGRAFICA DELLE SCUOLE NELLA PROVINCIA DI PISA
clicca sulla mappa per visualizzare il dettaglio
Sei in: home   archivio primo piano   articolo in primo piano
05/02/2010 SULLA RIFORMA GIUDIZI CONTRAPPOSTI

L`aggettivo "epocale" con il quale il ministro Gelmini ha qualificato la riforma dell`istruzione secondaria varata questa mattina dal Consiglio dei ministri ha "sbalordito" la capogruppo del Pd Anna Finocchiaro, a cui giudizio "spacciare per riforma epocale della scuola superiore quella che altro non è che una serie di misure dettate da necessità di cassa ci sembra davvero una enormità".

Inoltre, aggiunge la Finocchiaro, per fare questa riforma "il governo ha scelto la strada più veloce e meno democratica, privando il Parlamento e il Paese di un confronto serio e doveroso".

Non è affatto d`accordo la presidente della commissione Istruzione della Camera Valentina Aprea, Pdl, a cui avviso "i regolamenti approvati oggi sono il frutto di un travagliato ma felice dibattito politico-istituzionale. Dopo tanti anni di sperimentazioni per la prima volta la politica, il governo e il Parlamento, riformano la scuola secondo criteri di modernità ed europei".

Anche l`ex titolare di viale Trastevere Giuseppe Fioroni, Pd, insiste sui vincoli di finanza pubblica che hanno gravato sulla riforma: "Fare della scuola il bancomat del governo", ha detto, "approvando tagli di ore e di personale per fare cassa e camuffando tutto sotto la parola `riforma` e` solo un altro modo per umiliarla. Per fare riforme serie servono risorse vere: il tornio non diventa un laboratorio di elettronica con la bacchetta magica".

Su questo punto il ministro Gelmini ha replicato puntigliosamente durante la conferenza stampa svoltasi dopo la seduta del Consiglio dei ministri: "Qualcuno sostiene che riforma è stata fatta per fare cassa. Nulla di più falso, anzi è il frutto di un lavoro approfondito, necessario e urgente". E poi, ha aggiunto polemicamente, proprio questa settimana "l`Ocse ha bastonato l`Italia perchè rea di avere un numero di ore eccessivo per l`apprendimento. Abbiamo abbandonato l`approccio quantitativo per far prevalere la qualità, non è aumentando le ore che si migliora la didattica".

Fonte: Tuttoscuola.com
Allegato 1:
Allegato 2:
Allegato 3:
 
 
Sito ottimizzato con risoluzione 1024 x 768 pixel - Internet Explorer 5.5™ o superiore.
OSP - Osservatorio Scolastico Provinciale di Pisa - c/o Complesso scolastico Concetto Marchesi, via Betti - cap 56124 PISA
Tel: 050.929963-929966-929964-929967 Fax: 050.929955
  top