|
|
|
|
|
|
utenti online: [47]
|
martedì 18 giugno 2019
CHE COS'È L'OSP
per Comune
per Istituzione Statale
per Istituzione non Statale
per Ordine e Grado
Scuole Serali
Scuole Carcerarie
Centro Provinciale Istruzione degli Adulti
Orientamento
Qualifiche triennali IeFP
La scuola in cifre
Edifici Scolastici
Diritto - Dovere
Formaz. Ref. Scolastico
Istituti Tecnici Superiori - ITS
PUBBLICAZIONI
RASSEGNA STAMPA
PROGR. RETE SCOLASTICA
INFORMAGIOVANI
SERVIZI PER LA MOBILITÀ
CENTRO PER L`IMPIEGO
MATERIALE DIDATTICO
LINK
RICERCA GEOGRAFICA DELLE SCUOLE NELLA PROVINCIA DI PISA
clicca sulla mappa per visualizzare il dettaglio
Sei in: home   archivio primo piano   articolo in primo piano
06/11/2003 IL COMMENTO SULLO SCHEMA DI DECRETO

Sul sito del Miur ( www.istruzione.it ) è in linea il commento ufficiale allo schema di decreto legislativo per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione, approvato il 12 settembre dal Consiglio dei Ministri.

Lo schema di decreto è commentato comma per comma, e riporta anche i testi integrali delle norme che il decreto stesso vuole abrogare.

Il commento serve anche da interpretazione ufficiale di quei passi del testo dello schema che hanno creato critiche e perplessità.

In particolare sembra essere fugata l’ipotesi restrittiva sul futuro del tempo pieno nella scuola primaria e nella scuola secondaria di primo grado che aveva tenuto in ansia migliaia di persone, messe in allarme da sindacati e associazioni.

In proposito, però, il testo, se proprio dovrà corrispondere al commento, dovrà probabilmente essere ritoccato qua e là per fugare dubbi residui e successive interpretazioni applicativi diverse.

Ma, al di là del merito sul commento, quel che lascia perplessi è che sia stata data diffusione al documento, rendendo sostanzialmente fatto e concluso lo schema.

Nei confronti delle Commissioni parlamentari che inizieranno forse nei prossimi giorni l’esame dello schema di decreto legislativo, l’iniziativa ministeriale di pubblicare il commento potrebbe non risultare gradita per gli evidenti aspetti di forzatura rispetto alla autonoma e primaria competenza della pronuncia del parlamento. La stessa maggioranza – che ha dato segni di irrequietezza su alcune questioni trattate nel decreto – potrebbe storcere il naso di fronte ad una situazione che, mettendola di fronte al fatto compiuto, quasi la obbliga a non smentire il ministro.

Fonte: TuttoScuola.com
Allegato 1:
Allegato 2:
Allegato 3:
 
 
Sito ottimizzato con risoluzione 1024 x 768 pixel - Internet Explorer 5.5™ o superiore.
OSP - Osservatorio Scolastico Provinciale di Pisa - c/o Complesso scolastico Concetto Marchesi, via Betti - cap 56124 PISA
Tel: 050.929963-929966-929964-929967 Fax: 050.929955
  top