|
|
|
|
|
|
utenti online: [58]
|
martedì 18 giugno 2019
CHE COS'È L'OSP
per Comune
per Istituzione Statale
per Istituzione non Statale
per Ordine e Grado
Scuole Serali
Scuole Carcerarie
Centro Provinciale Istruzione degli Adulti
Orientamento
Qualifiche triennali IeFP
La scuola in cifre
Edifici Scolastici
Diritto - Dovere
Formaz. Ref. Scolastico
Istituti Tecnici Superiori - ITS
PUBBLICAZIONI
RASSEGNA STAMPA
PROGR. RETE SCOLASTICA
INFORMAGIOVANI
SERVIZI PER LA MOBILITÀ
CENTRO PER L`IMPIEGO
MATERIALE DIDATTICO
LINK
RICERCA GEOGRAFICA DELLE SCUOLE NELLA PROVINCIA DI PISA
clicca sulla mappa per visualizzare il dettaglio
Sei in: home   archivio primo piano   articolo in primo piano
09/12/2003 UN APPELLO PER IL RITIRO DEL DECRETO LEGISLATIVO SUL PRIMO CICLO

"Lo schema del primo Decreto attuativo della L. 53/03, riguardante la scuola dell`infanzia, primaria e secondaria di 1°grado, è in contrasto con la Legge stessa perché non è accompagnato da alcun piano di finanziamento. Inoltre, nei diversi articoli emergono, in forma ulteriormente amplificata, gli aspetti gravemente negativi della Legge 53. Si delinea, infatti, una scuola con meno risorse, con meno tempo per tutti, con meno qualità per tutti, che non ha più il compito di garantire il dettato dell`art.3 della Costituzione, senza autonomia organizzativa, didattica e culturale".
E’ l’incipit di un appello, che reca in calce una scheda per la raccolta delle firme, che la CGIL scuola sta diffondendo nelle scuole del primo ciclo, con l’obiettivo di ottenere il ritiro del decreto. Il documento è pubblicato anche dalla newsletter dello stesso sindacato ( www.cgilscuola.it ). L’attacco allo schema di decreto è frontale, ma in realtà, a parte l’accenno alla mancanza di un piano di finanziamento, le critiche che vengono mosse al testo governativo sono in realtà rivolte alla legge, in particolare per quanto riguarda il maggior spazio che questa riserva alle famiglie nella scelta dell’orario di frequenza e delle attività facoltative.
L’appello della CGIL scuola propone che, a fronte del ritiro del decreto, ci sia "l’avvio di un vero ed ampio percorso di consultazione democratica". Che però, sembra di capire, non avrebbe per oggetto i contenuti del decreto, al fine di ottenerne una diversa formulazione, ma la stessa legge, della quale si chiede in sostanza la non attuazione. Che ne pensano gli altri sindacati?

Fonte: TuttoScuola.com
Allegato 1:
Allegato 2:
Allegato 3:
 
 
Sito ottimizzato con risoluzione 1024 x 768 pixel - Internet Explorer 5.5™ o superiore.
OSP - Osservatorio Scolastico Provinciale di Pisa - c/o Complesso scolastico Concetto Marchesi, via Betti - cap 56124 PISA
Tel: 050.929963-929966-929964-929967 Fax: 050.929955
  top